Leila, da preside a cecchino di Assad

Vi segnalo la storia di Leila “Guevara” Hamze, una donna siriana che la guerra ha trasformato in assassina. Prima di diventare un cecchino, la sig.a Hamze dirigeva una scuola di Zahra, alle porte di Aleppo. Allo scoppio delle violenze ha dovuto decidere da che parte stare e ha scelto i lealisti. Oggi Leila corre con il suo fucile di precisione tra le macerie della Siria, aspettando che un altro connazionale appaia al centro del mirino.

LeilaCecchinoNon c’è modo di sapere se questa storia sia frutto della propaganda di regime o se il cecchino “Guevara” esista davvero: troppe le immagini a disposizione, improbabile il nome di battaglia assegnatole, atipica la sua evoluzione “professionale”. Ma se anche non esistesse, è un modo come un altro per raccontare la mostruosa metamorfosi a cui lo scoppio di una guerra ci condanna.

©carlo marsilli

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s