“Farsi esplodere è meglio del paradiso”. Le ultime ore di un attentatore

I capelli biondi, il sorriso da ragazzo, gli abbracci con gli amici. Jabhat al-Nusra, gruppo armato che combatte contro l’esercito di Bashar Al Assad, questa settimana ha pubblicato un video che ritrae le ultime ore di un attentatore suicida.

Passamontagna in testa e kalashnikov sulle ginocchia, il ragazzo annuncia il perché del suo gesto, la forza che Dio gli concede per compiere l’atto più disperato. Da lì a poche ore si metterà alla guida di un camion con 20 tonnellate di esplosivo, diretto verso l’obiettivo della missione. Siamo in una località sconosciuta della campagna siriana, si vedono vestiti appesi ad asciugare, il sole. Un uomo mostra su Google maps la strada da percorrere, gli amici si abbracciano, il camion si mette in moto.

All’orizzonte appare una nuvola di polvere nera, poi l’onda dell’esplosione. Nell’aria risuona solo “Allah hu Akbar”

L'attentatore poche ore prima di farsi esplodere. Siria

carlo marsilli

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s