Terroristi a stelle e strisce. La storia di Eric Harroun da Phoenix, Arizona

“Per entrare nelle brigate Al Nusra non serve una laurea”. E nemmeno parlare arabo o pregare Allah. O dichiararsi anti-americani. Tanto che un ex soldato dello US Army – che contro gli jihadisti si scontra da almeno trent’anni – a Gennaio è entrato senza troppi problemi nelle brigate islamiste che in Siria combattono contro il regime di Bashar Al Assad. Senza nemmeno farsi scrupoli nel diffondere la notizia:

Il suo Paese non deve però aver provato una grande empatia per il suo ardore rivoluzionario. Eric Harroun,  arruolato nell’esercito americano dal 2000 al 2003, si trova ora nelle carceri di Alexandria (Virginia), con l’accusa di aver cospirato per l’utilizzo di un’arma distruttiva al di fuori dei confini americani. Nella fattispecie, il Sig Harroun, nato a Phoenix (Arizona) trent’anni fa, in Siria ha aderito al Fronte Al Nusra, dove era divenuto membro dell'”Rpg team”, la squadra dei bazooka anticarro. Considerati da Washington, non a caso, “armi distruttive”.

Negli States la pena prevista per questo tipo di reato include la pena di morte, anche se le dichiarazioni rilasciate da Harroun al momento del suo arresto al Dulles International Airport fanno pensare ad un uomo confuso. O, come ha detto Robert M. Chesney, professore di legge all’Università del Texas:

“He seems to be fighting on the U.S. side, but with the wrong people.”

carlo marsilli

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s