Dalla Siria granate su Israele. Si riaccendono le alture del Golan

Una granata e poi spari contro i soldati dell’IDF. Le alture del Golan, al confine tra Israele e Siria, si riaccendono così, a poche ore di distanza dalla visita del Ministro della Difesa israeliano in quei luoghi. Nella mattina di martedì, Moshe “Bogie” Ya’alon, generale di lungo corso prestato alla politica, aveva dichiarato che Israele è pronto a rispondere a qualsiasi minaccia militare proveniente dall’esterno. Lo aveva detto con lo sguardo rivolto verso Damasco, a riprova di quanto Tel Aviv stia osservando con sempre maggiore preoccupazione il conflitto in Siria.

474px-Golan_Heights_proportion_map

I territori siriani conquistati da Israele nel 1967.
La posizione e la conformazione delle alture del Golan le rendono strategicamente importanti per Tel Aviv (Foto: Wikipedia)

Poco dopo quelle dichiarazioni, una granata proveniente da Nord-Est esplodeva vicino ad una colonia ebraica, in uno dei territori strategicamente più significativi per lo Stato ebraico. Conquistate nel 1967 durante la Guerra dei sei giorni, le alture del Golan vennero annesse da Israele nel 1981, dove continua la costruzione delle colonie.

Non è la prima volta che la guerra civile siriana fa incontrare i due storici nemici. Il 30 Gennaio scorso è stata la volta dei caccia israeliani in territorio nemico: le agenzie riportarono di un attacco aereo ad un convoglio diretto verso il Libano. Secondo fonti israeliane, si trattava di armi destinate ad Hezbollah.

carlo marsilli

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s